Canto di Natale a Maggio

image

Chiederai un abbraccio, prima o poi. Stanco e impaurito, cercherai qualcuno con cui poterti permettere di essere te stesso. Leverai la maschera, e non avrai paura di far vedere ciò che realmente sei. O forse sei così abituato a recitare la tua farsa, ormai, da credere che sia la vita vera, chissà.

Continua a leggere Canto di Natale a Maggio

Share This:

In ricordo di Nazzareno D’Atanasio

image

I post dei miei ex colleghi della Maran mi ricordano che è trascorso un anno dalla tragica scomparsa di Nazzareno D’Atanasio. Lui aveva appena cinquantanove anni e tanto, tanto ancora da dare.

Oggi Facebook si è riempita delle sue fotografie e vedo che la tristezza è ancora tanta e viva. Certo, dispiace sempre della morte di qualcuno che hai conosciuto e che hai stimato. Forse dispiace ancor di più quando l’età è giovane ed è un improvviso infarto a strappare un uomo ai suoi affetti.

Continua a leggere In ricordo di Nazzareno D’Atanasio

Share This:

DieciMaggioDuemilacinque

image

È passata da poco mezzanotte. Non lasciano che mi addormenti, appena chiudo gli occhi mi risvegliano. Non devi dormire, dicono. Ho una decina di fili attaccati ovunque. Mi chiedono se ho freddo, se ho caldo, se ho fame, se ho sonno, come mi chiamo, se so dove mi trovo. Ed io: ditemi cos’ho, devo chiamare mia cugina e comunicarglielo.

Continua a leggere DieciMaggioDuemilacinque

Share This:

NoveMaggioDuemilacinque

image

Otto anni fa, 9 maggio 2005 ore 18:00

Lello, il mio capo, si avvicina alla scrivania: Valeria, vai pure a casa… Io guardo l’orologio, mancano ancora trenta minuti, e di lunedì c’è sempre lavoro in più da sbrigare. Lui insiste: hai una brutta tosse, riguardati, ci vediamo domani.

È vero, un po’ me ne vergogno pure, perché da un paio d’ore i colpi di tosse sono sempre più lunghi e frequenti, e a volte ho la sensazione di non riuscire a respirare.

Continua a leggere NoveMaggioDuemilacinque

Share This: