Roma

Il 5 e il 6 maggio il Pitopitico ha tre importanti appuntamenti a Roma… Per prima cosa, però, un saluto alla Lupa Capitolina e un salto alla Fontana di Trevi (per provare a venderla ad uno straniero come fece Totò, mica per lanciare la monetina!).

image

image

image

image

Primo appuntamento: visita al Palazzo delle Corporazioni, sede del Ministero dello Sviluppo

Con il pass personale
Con il pass personale

image

 

image

image

image

image

image

Secondo appuntamento: al Policlinico Umberto I di Roma per un evento di beneficenza.

Sembra un evento come tanti altri, una goccia nell’oceano dei buoni sentimenti. Ogni giorno, in tutto il mondo, qualcuno si reca nei reparti di oncologia pediatrica a portare un sorriso. Eppure all’Umberto I di Roma oggi ho visto qualcosa di diverso e straordinario. Non i gioccatoli o i quattro tablet o il piccolo buffet per festeggiare le mamme, angeli silenziosi coi loro figlioletti spelacchiati. Il Pitopitico era qui per documentare, partecipare, raccontare e scattare qualche foto a Snoopy e Woodstock (che non hanno perso l’occasione di fare amicizia coi giocattoli “anziani” del reparto). Vi racconterò presto i miei pensieri in un post lungo lungo (pensavate di esservela cavata così?!)

image

imageimageimage

imageimage

Terzo appuntamento: visita al Palazzo del Quirinale. Grazie presidente Mattarella per aver aperto le porte della casa degli Italiani.

image image image image image image image

Share This:

Aeroporto di Lamezia Terme

Cinque maggio: si parte! Tutto bene ai controlli di sicurezza e all’imbarco. Ma appena Woodstock intravede la sagoma dell’aereo inizia a tremare. E chi l’avrebbe mai detto che un uccellino ha paura di volare?

image

Share This:

Villaggio Racise – Sila Piccola

Il 25 aprile il Pitopitico decide di fare una passeggiata nei boschi della Sila…

image

Woodstock vola chissà dove… e la passeggiata prosegue senza di lui…

image

All’improvviso, un incontro inaspettato con lo Gnomo del Villaggio:

image

Dopo una piacevole chiacchierata e un caloroso abbraccio di saluto, il Pitopitico riprende il suo solitario cammino…

image

Woodstock ricompare. È tutto infreddolito e cerca un posticino al calduccio per ristorarsi. I due amici decidono di lasciare la Sila e tornare a casa…

image

Fanno giusto in tempo a vedere la grandine che imbianca il paesaggio.

image

Share This:

Passato, presente, futuro.

image

Buongiorno, tesoro! La tua voce mi sveglia. L’orologio segna le 6:07. Fino a pochi minuti fa ronfavi rumorosamente e adesso sei sveglio e già pronto per una nuova giornata. Ma come farai, tu. Mi stropiccio la faccia e mugugno qualcosa di incomprensibile. Sto ancora un po’ a letto, io. Ti seguo con gli occhi mentre ti allontani. Arriva il rumore del tuo regolabarba, come una cantilena. Forse mi addormento di nuovo.

L’odore del caffè riempie di colpo la casa. Ti affacci alla finestra, scostando la tenda di lino, sperando in un tempo clemente. Mi sorridi col sorriso più dolce che io abbia mai visto, e sussurri vèstiti, usciamo! Io vorrei bofonchiare qualche parola, ma il tuo indice alle mie labbra chiede il silenzio. Mi preparo frettolosamente, come posso, e usciamo.

Continua a leggere Passato, presente, futuro.

Share This: