Sirio dei Cieli

76756011-50C1-4D3E-85FC-DB8477C4E0E7

È l’aria fredda delle serate invernali, ma il cielo è così terso che mi invita ad osservarlo.

Non posso rifiutare.

Alzo la testa e riconosco Auriga, la costellazione pentagonale. Guardo a Sud, ed Orione risplende con tutte le sue stelle e nebulose.

Io mi sento una nebulosa, so di essere una tra tante, una tra un milione, insignificante. E tu invece sei Sirio, poco più a Sud, verso Sud-est, la più splendente delle stelle notturne. Io sono solo una tra tante – me lo hai detto tu mentre ridevo io – e tu sei tu: la stella più luminosa di tutte.

Guardati tu stesso: stasera brilli anche un po’ di più, se possibile. O forse sono i miei occhi.

Io continuerò ad osservarti, incantata.

Starai fermo lì, nonostante il mio de-siderio, lo so. Sotto il mio stesso cielo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *